lunedì 22 giugno 2015

I Libri sul Vino per la vostra estate

E' appena iniziata l'estate e come il più classico degli italiani medi - con un po' di curiosità e con la nausea da smartphone - mi ritroverò, spero, presto sotto un ombrellone con il mio libro fra le mani.
E' proprio ai libri dell'estate che ho deciso di dedicare questo articolo, consigliandovi, ovviamente, alcuni titoli in stile 50 sfumature che svolteranno la vostra estate! Dai sù... ma vi pare?!? Ovviamente quelli che ho selezionato per Voi sono libri dedicati al Vino, ma di generi e stili completamente differenti, perfetti per le vostre vacanze estive, ma ugualmente apprezzabili durante tutto l'anno!



I Miti del  Vino

Luigi Veronelli - Vita troppo corta: Luigi Veronelli (1926-2004), primo grande divulgatore in campo enogastronomico noto per i suoi scritti e per le sue battaglie a favore della civiltà contadina (non ultime quelle in difesa dell'olio extravergine d'oliva o a favore delle Denominazioni Comunali), viene rievocato attraverso una selezione di articoli e interventi scritti in quasi cinquant'anni di carriera durante le sue innumerevoli collaborazioni a giornali e trasmissioni televisive. È un libro-puzzle, a frammenti rigorosamente in ordine alfabetico (l'unica regola mai infranta da Veronelli: "Esiste l'alfabeto, è così semplice, così chiaro, così condiviso") e ricomponibili attraverso il suo rapporto speciale con il vino, la lettura, la scrittura, la donna, le arti e la filosofia. Aneddoti e citazioni (appunti, disegni, parole, molti gustosamente inediti) si intrecciano a riflessioni e cronache. Libri e trasmissioni televisive, interventi a convegni, improperi, poesie, anagrammi. Tutto convive in questo volume sulla personalità di Veronelli che i due autori, a lui tanto vicini, hanno organizzato in modo da far uscire un ritratto fedele del Veronelli reale, egocentrico e generoso, puntiglioso e permissivo, istintivo e logico, in una parola complesso.

Vino al Vino - Mario Soldati: in questo volume l'indimenticato Mario Soldati racconta i suoi tre viaggi attraverso tutta l'Italia alla ricerca dei Vini genuini, alcuni famosi, altri noti, altri "scoperti" da Soldati stesso. Ma questa non è una semplice guida enologica: è un libro che parla di paesaggi, di uomini, di case, ville e castelli, incontrati e amorevolmente scrutati in un itinerario alla ricerca di una civiltà autentica, legata alla terra e al clima, che ha nel vino uno dei suoi prodotti più sinceri, frutto dell'equilibrio tra natura e cultura. Davvero una piacevole lettura! Un Viaggio, anzi 3 viaggi dentro e tutto intorno al Vino, raccontati da una grande penna.

Sapere di Vino - Giacomo Tachis: Giacomo Tachis è stato per oltre trent'anni il direttore tecnico di Antinori. Membro dell'Accademia dei Georgofili e prolifico collaboratore di riviste del settore vitivinicolo, è universalmente noto per aver creato tre fra i vini "super tuscan" più famosi al mondo, il Sassicaia, il Tignanello e il Solaia. Con stile schietto e appassionato, Tachis ci accompagna in un viaggio pieno di sorprese tra vigneti, tradizioni storiche e geografiche, cultura gastronomica e creatività made in Italy, per svelarci tutti i segreti dei Vini, dalla selezione delle migliori terre alla viticoltura, dalle tecniche di invecchiamento alla degustazione. Affiancando competenze tecniche a una grande erudizione umanistica, ci fa conoscere e apprezzare gli aspetti più interessanti di una cultura millenaria come quella vinicola. Lo sguardo di Tachis è però rivolto anche al futuro: la scienza e la tecnica hanno infatti migliorato negli anni recenti la produzione vitivinicola, sia con l'ausilio della microbiologia, sia attraverso la diversificazione dei vasi vinari utilizzati. Tuttavia, ci ammonisce l'autore, occorre battersi contro le mode effimere e gli inganni del marketing. Il Vino, ci dice in fondo questo libro, è il risultato di una storia e di una cultura che hanno radici antiche; la scienza enologica, così all'avanguardia oggi, può offrire di certo un grande valore aggiunto, ma solo se utilizzata con intelligenza e competenza.


Gravner - Coltivare il Vino - di Stefano Caffari, Alvise Barsant (Autori) e B. Ursic, M. Benson (Traduttori): "Non ho trovato un altro modo per raccontare Josko Gravner che descrivere il suo modo di stare nel mondo. Non ho trovato altro modo di farlo se non con una serie di cerchi: a volte eccentrici, a volte sbilenchi, a volte nascosti. Ma nella storia di Josko tutto torna: il suo vino è il suo pensiero, e il suo pensiero è il suo modo di stare nel mondo."


Degustazioni/Guide


I giorni del vino. 365 assaggi meditati e raccontati - Paolo Massobrio: grandi rossi, bianchi da amare, bollicine spumeggianti. Vini che segnano un'idea, un territorio, una tradizione. In queste pagine, una per ogni giorno dell'anno, Paolo Massobrio racconta i suoi assaggi, intrecciando a vizi e virtù di ogni singolo vino aneddoti, consigli, curiosità. Perché certi sorsi, per lui, sono e devono essere memorabili. Distilla gusti, sensazioni, sapori, ma soprattutto storie di uomini e di luoghi che attorno al Vino hanno portato avanti quella che è una vera e propria civiltà, su cui sono fondate comunità, mestieri, paesaggi.

I racconti (e i consigli) di Doctor Wine - Daniele Cernilli: Da trent'anni il Vino italiano ha conosciuto una rinascita che lo ha portato ai vertici in tutto il mondo. Fino a generare mitologie e riti insopportabili. Daniele Cernilli di questa storia è stato testimone attivo. Ha frequentato i protagonisti di oggi quando erano giovani con un sogno e basta. È stato poi la Guida dei Vini del Gambero Rosso. Oggi è il sorridente, competente Doctor Wine. E ha deciso che era tempo di fare un bilancio. Di raccontare la verità, la storia di quei ragazzi e ragazze che "fecero l'impresa". E insieme distillare, da trent'anni di incontri cantine assaggi e valutazioni, una guida utile per chi vuole orientarsi tra prezzi e bottiglie famosissime o sconosciute. Per chi cerca una qualità indiscutibile, ma senza timore reverenziale verso nessuno, e liberandosi allegramente di ogni dipendenza dalle mode.

I profili del vino. Alla scoperta dell'analisi sensoriale - Mario Ubigli: con questa terza edizione il volume è stato arricchito con due capitoli che approfondiscono argomenti in cui si sentiva la mancanza di una sintesi-guida, almeno in Italia: il rapporto vino/tappo e l'assaggio dell'uva. Il primo illustra l'approccio agli odori e ai problemi che l'utilizzo del tappo per la chiusura della bottiglia può comportare. La valutazione di questi odori, molti dei quali sono fattori di deprezzamento, in quanto purtroppo si tratta spesso di difetti, ha raggiunto uno stadio in cui si avverte l'esigenza di un'organizzazione dell'assaggio, di un'articolazione strutturata secondo criteri d'interesse per chi si occupa di analisi sensoriale. L'altro capitolo riguarda l'assaggio dell'uva da Vino, tecnica recente, ma ormai collaudata, che ha acquisito i connotati di un metodo. Si discutono qui le problematiche e le prospettive sperimentali e di applicazione che quest'attività sensoriale comporta.

Libri su Viticoltura, Biologica, biodinamica, naturale e dissidente


Resistenza Naturale - Jonathan Nossiter: dieci anni dopo "Mondovino", Jonathan Nossiter racconta l'urgenza e le sorprese di una nuova resistenza italiana: nel Vino, nell'agricoltura e nel cinema. Scopre un movimento di vignaioli e agricoltori 'naturali' che ci offre speranza e gioia tramite la ribellione contro un sistema politico-economico che omologa e avvelena la produzione agroalimentare. Vivendo come molti di noi sognerebbero, Corrado Dottori e Valeria Bochi (La Distesa), Elena Pantaleoni e Giulio Armani (La Stoppa), Giovanna Tiezzi e Stefano Borsa (Pacina) e Stefano Bellotti (Cascina degli Ulivi), nuovi contadini in fuga dalla città, lottano per l'autenticità, la biodiversità e la libertà. E il Vino, con la sua forza vera e simbolica nella nostra cultura, diventa portavoce di una denuncia che investe tutta la catena di produzione alimentare. "Resistenza naturale" intreccia la forza documentaria di un mondo affascinante ma nascosto con le finzioni del passato e del presente, risvegliando il ribelle sopito in ciascuno di noi.

Best Biodynamic Wines - Monty Waldin: In questo libro che non vuole essere solo una mera guida ai migliori Vini biodinamici, Monty Waldin, uno dei più acclamati esperti di biodinamica in Europa e non solo, spiega perché uve coltivate sulle viti che sono realmente in contatto con loro suolo, che non sono intaccata da concimi e pesticidi, possano dare vini intenso e dal sapore ben definito. Un Vino che sappia davvero del proprio terroir! Monty parla dei migliori vigneti e vignaioli biodinamici, con frammenti delle loro storie individuali e pratiche, e suggerisce Vini che secondo lui fungono da riferimento per questo filone.


Natural woman. La mia Sicilia, il mio vino, la mia passione - Arianna Occhipinti: era solo una ragazza siciliana di ventidue anni quando piantò la sua prima vigna. Arianna poteva scegliere qualunque destino possibile, invece ritornò nella sua amata Iblea, la regione intensa e calcarea da cui molti siciliani, nei decenni passati, se ne andarono per sempre. Decise che sarebbe diventata un agricoltore. O meglio, un viticoltore. Scelse un mestiere maschile e antico per esprimere al meglio la sua forza di giovane donna. Oggi Arianna ha trent'anni e il suo vino naturale è considerato tra i migliori al mondo. Questo libro è un diario sentimentale. Un viaggio attraverso le tappe della sua avventura di wine maker, le persone che le hanno insegnato a lavorare la terra, quelle che hanno sostenuto il suo vino, gli affetti che l'hanno fatta crescere. "Natural Woman" è la storia di una passione, ma soprattutto di una certezza. La convinzione che nel Frappato, nel Nero d'Avola e nel Cerasuolo che produce ci sia tutta se stessa: la determinazione, la gioia, la ruvidità e la fragilità di una ragazza che sta ancora maturando, ma anche le contraddizioni e le rinunce, la fatica di sentirsi soli a contatto con la terra. In fondo, l'idea che il vino non possa essere altro che qualcosa di naturale e vivo.

La Vigna il Vino e la Biodinamica - Nicola Jolly: Nicolas Joly ci introduce nel mondo della coltura biodinamica. Solo confrontandoci con la complessità di un sistema vivente, i cui confini vanno ben oltre l'immediatamente sensibile e visibile, prendendo coscienza dei legami che ci uniscono a questo sistema potremo guardare alle piante, alla vite in particolare, al suo slancio vitale verso la luce, alle sue radici affondate profondamente nel suolo, al suo frutto e al Vino che facciamo con occhi davvero nuovi.


VIGNE, VINO, VITA: i miei pensierinaturali - Lorenzo Corino: Lorenzo Corino è un personaggio che ho avuto il piacere e l'onore di conoscere e con il quale ogni confronto abbia il potere di lasciarti dentro qualcosa di nuovo e di vivo, in quanto capace di continuare a crescere con la curiosità e l'interesse nell'approfondire ogni suo punto di vista riguardo l'agricoltura e la viticoltura nello specifico, sempre molto equilibrato e ponderato.
Questo libro vuole dare una forma organica a quanto scritto da Lorenzo Corino, delineando il suo pensiero non solo in riferimento al vino e alla vigna, ma anche più largamente, all’agricoltura. Il lettore attento ri-scoprirà altri modi di intendere la nostra interazione con la terra, senza per questo incorrere in “sogni utopici”, ma tenendo sempre presente la sostenibilità economica dell’azienda agricola.

Non è il vino dell'enologo. Lessico di un vignaiolo che dissente - Corrado Dottori: Corrado Dottori è un vignaiolo che produce Verdicchio e non solo sulle colline marchigiane. È approdato alla vigna dopo essersi licenziato da un posto garantito in una grande banca internazionale. E oggi fa il contadino. Cosa significa fare ed essere un agricoltore agli albori del Terzo millennio? Come si fa agricoltura? Cos'è un ambiente? Quali sono le relazioni tra un coltivatore e un sistema vivente quale la vigna? Quale vino produrre? Con quali tecnologie e per ottenere quale gusto? Questo lessico per un'altra "contadinità" ne è la risposta. Un viaggio dentro il mondo della vigna e dentro la vita di chi se ne prende cura. Che passa per la cantina e gli scaffali di vendita. Per la critica del gusto e la storia della produzione viti-vinicola nel Novecento. Per l'enologia e Luigi Veronelli. Per le grandi fiere del vino e i terroir. Una riflessione lungo i sentieri che partono dalla "natura" e sfociano in un prodotto di "artificio" quale una bottiglia di vino. Articolato nella forma di un lessico, questo libro è anche il racconto di ciò che definisce il mondo del vino ma che non trova spazio nelle guide o nei manuali sul bere. E per leggerlo, non serve essere esperti, conoscitori, bevitori o sommelier, basta lasciarsi andare alla linfa che scorre in queste pagine e che ci trascina da un tralcio di vite a una diversa visione dell'ambiente e della natura, a un'ecologia tutta da costruire.

Gli Atlanti del Vino

Atlante Mondiale dei Vini - Hugh Johnson, Jancis Robinson: Questa nuova edizione dell'"Atlante mondiale dei vini" mette i lettori, vecchi e nuovi, a confronto con il panorama vitivinicolo più attuale. Molte cose sono cambiate dall'ultima edizione del 2007. I cambiamenti avvenuti nel clima, nelle tecniche di vinificazione, nelle mode, nei luoghi di produzione sono tutti trattati in questo volume interamente rivisto e aggiornato. Lo spostamento dai vitigni internazionali più noti e diffusi verso varietà locali meno conosciute è diventata una tendenza generale: il vino che esprime la sua precisa collocazione geografica è ancora una volta in primo piano, il che rende questo atlante più utile che mai. L'importanza crescente delle regioni a clima più fresco, via via che gli effetti del cambiamento climatico diventano più evidenti, e la crescita della Cina, non solo come nazione consumatrice ma anche come produttrice, sono solo due dei tanti temi trattati. L'"Atlante mondiale dei vini" annovera oltre 200 mappe regionali: la costa della Croazia, la Cachezia in Georgia, Canterbury in Nuova Zelanda, Swartland in Sudafrica, la Virginia negli Stati Uniti e Ningxia in Cina sono solo alcuni esempi delle aree descritte in dettaglio per la prima volta in questa edizione

Atlante dei territori del Vino italiano - Enoteca Italiana di Siena: l'Atlante, edito da Pacini Editore insieme all'Enoteca Italiana di Siena, con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e l'Istituto Geografico Militare, fornisce uno strumento agile e comprensibile per conoscere la realtà vitivinicola italiana utilizzando come criterio guida i più significativi elementi alla base di un terroir e realizzando una nuova, originale unità di lettura del territorio vitivinicolo italiano: le macroaree.

Atlante geologico del Vini d'Italia - Aa. Vv.: il Vino è un frutto della terra. La natura del suolo determina in misura essenziale le qualità del prodotto finito: aromi e gusto di un calice in degustazione. Banale solo in apparenza, questo tema è al centro del nostro progetto: "l'atlante" è un'opera per un pubblico scelto e competente di tecnici e grandi cultori del vino. Un volume di consultazione per chi voglia approfondire i grandi vini italiani in modo senz'altro più tecnico, ma sempre accessibile. Si affronta il tema vitivinicolo: dalle Alpi all'estremo meridione, passando in rassegna i nostri vini migliori, vediamo quanto incida (non meno del clima e della lavorazione) la qualità del suolo agricolo. E in chiusura di ciascun capitolo, degustiamo quattro bottiglie per ciascuna Doc o l'ancor più selettiva DOCG, controllata e garantita, evidenziandone le note tipiche riconducibili al fattore-suolo: è la prova del nove. Nella introduzione, chiariti i concetti essenziali, scorriamo la carta geologica italiana per collocarvi le principali aree viticole. Passiamo quindi in rassegna i 35 vitigni autoctoni e i 5 internazionali che sono l'anima dell'infinità varietà della nostra produzione. Quindi di area in area, Barolo, Asti, Franciacorta, Prosecco, Collio, Cinque Terre, Chianti, Brunello, Bolgheri, Verdicchio, Cannonau e avanti ancora fra le DOC e DOCG, uno alla volta, ciascun territorio è velocemente schedato a analizzato dagli autori.

Romanzi sul Vino


Vino, amore e una lenta milonga: Un romanzo sull'attesa, sull'amore (ai tempi di internet) e sul vino - Massimo D'Onofrio: Vino, amore e una lenta milonga è un romanzo sensoriale. Si incontra l’amore attraverso molteplici sfumature: i rapporti, il vino, il sesso, il territorio, la musica. Strutturato da tre capitoli con prospettive e ambientazioni totalmente diverse: Milano e una partenza, Val d'Orcia e un incontro, Campania e un'attesa del tutto surreale. Ciò che emerge è la predisposizione delle buone intenzioni a scontrarsi con il fato e le tentazioni. Carl Gustav Jung ha detto: «In ognuno di noi c’è un altro che non conosciamo». Chi sceglie?
In differenti circostanze i protagonisti del romanzo si trovano a degustare Vini italiani: Franciacorta, Brunello di Montalcino e Aglianico.
Il quarto capitolo è una panoramica professionale sulla degustazione del vino, pensata per chi ama il vino italiano e per chi vuole avvicinarsi alla degustazione. Realizzato in collaborazione con una esperta sommelier italiana, Adriana Gulizia.

Il romanzo del vino - Di Roberto Cipresso,Giovanni Negri, Stefano Milioni: Se in ogni tempo e in ogni luogo la civiltà è cominciata con una vigna, è perché niente è vivo più del Vino. Il Vino comprende, sogna, ricorda, progetta. E racconta. Di piccoli casolari nel Chianti e di moderne Babele come New York e Parigi. Di come mille status symbol non valgano un omino novantenne di Montalcino che sa dire di ogni bicchiere da quale vigneto proviene. Di come, dalla Roma dei Cesari a oggi, il Vino si sia fatto persuasione, politica, persino religione. Di come uomo e vino abbiano imparato ad addomesticarsi a vicenda, anche grazie a un maledetto ragno. Di vini supponenti per 400 anni di storia e di vini umili dopo 2000 anni di vita. Di un giro del mondo in 80 terre per incontrare il dottor Merlot, il tennista Chardonnay, i cugini Cabernet, e apprendere che la Sicilia è madre dell'Australia. Di come il piacere del bere e il piacere dell'amore spesso si assomiglino, sino a confondersi. Un viaggio nella storia e nella filosofia del Vino, della vite, e della vita.

Il romanzo del Sangiovese - Andrea Zanfi: Il racconto di una vita, quella del Sangiovese. Un approccio inconsueto per un libro che intende raccontare la storia, la fortuna e le disgrazie di questo grande uvaggio, facendone il protagonista della trama di un romanzo. Il Sangiovese diventa persona, o meglio, lo scrittore Andrea Zanfi si cala nei panni del "personaggio Sangiovese. Sarà lui, in prima persona, a raccontare la vita, i luoghi di nascita, gli incontri e i territori del suo peregrinare. Sarà lui a riportare aneddoti ed episodi accaduti con i tanti personaggi che hanno fatto dell'incontro con il Sangiovese la loro ricchezza o la loro miseria. Il romanzo sarà quindi la storia di un "uomo" che ripercorre le tappe della propria esistenza, in un viaggio attraverso i tanti luoghi che hanno conosciuto la coltivazione di questa straordinaria uva, contesa e divisa tra Toscana ed Emilia Romagna. Un viaggio da costa a costa durante il quale il Sangiovese saprà raccontarsi ai lettori e svelarsi a se stesso.


Filosofia enoica

Bevo dunque sono. Guida filosofica al Vino - Roger Scruton: "Hegel è il mio eroe tra i filosofi, e non posso mai pensare alla sua giustificazione della proprietà privata come il giungere alla coscienza dell'io libero senza visitare la cantina per trovarne una conferma istantanea ", per esempio un Chianti classico di Vignamaggio, "dove nacque la Monna Lisa di Leonardo". Ma se invece vi tocca qualche volume di Tommaso d'Aquino, resistete piuttosto con quel "Montepulciano d'ogni vino re" celebrato a suo tempo da Francesco Redi. Peggio ancora se vi imbattete nel "gergo'' insopportabile di Husserl, affidatevi al più forte sturabudella che avete! Insomma, c'è una bevanda per ogni filosofo, dall'acqua fresca al vino spumeggiante, e a quest'ultimo vanno prevalentemente le simpatie di Roger Scruton in questo libro ancor più provocatorio del solito. Il suo è un ironico omaggio al dono di Bacco e anche alle trappole della metafisica - ben lontano dall'irritante prolissità con cui i cosiddetti esperti scrivono di vino e di generi affini, ma attento alla dialettica della storia che nei secoli ha unito vino e civiltà.

Libro divertenti sul Vino per neofiti

Vino for Dummies - Ed McCarthy, Mary Ewing-Mulligan: il modo più semplice e veloce per conoscere e gustare il vino. Appassionati di vino novelli e non, brindiamo! Il libro sul vino per eccellenza si rinnova. Se siete esperti, Vino for Dummies vi aiuterà a capire tutto ciò che dovete sapere e ad accrescere le vostre conoscenze. Se invece vi avvicinate al vino per la prima volta, capirete cosa vi siete persi finora e come intraprendere il viaggio nel meraviglioso mondo del vino. Fondamentali: scoprite le uve più usate, i tipi principali di vino, la denominazione dei vini e qual è il modo corretto per procedere all'assaggio. - Fare bella figura: come acquistare i vini, leggere la carta dei vini al ristorante, stappare anche le bottiglie più ostiche, e abbinare vino e cibo - Un po’ di storia: un viaggio nelle maggiori regioni vinicole d’Europa: Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Germania, Austria e Grecia - Diventare degli appassionati: imparare a descrivere e a giudicare i vini, a conservarli correttamente e a sviluppare una vera e propria passione.

Extra:
Vino Rosso Tacco 12 - Adua Villa: Gilda ha un lavoro diverso da tanti altri: la sua professione è wine taster. Il suo sogno, invece, la accomuna a mille altre donne: trovare l'Uomo della Vita che, nel suo caso, deve essere come la cantina ideale, un mix di etichette italiane e francesi, per soddisfare ogni capriccio. All'esame gustativo dovrà risultare equilibrato, fine, amabile, morbido, fresco, armonico e maturo; a quello visivo consistente e brillante, caldo come il rosso rubino; all'olfatto speziato, intenso e complesso. Sembra facile, ma anche per una degustatrice in tacchi a spillo trovare un compagno davvero Doc è questione di tanto gusto, pazienza e, naturalmente, un pizzico di fortuna. Spinta dal desiderio di assaggiare la vita e le occasioni che si presentano, Gilda, avvenente ma ironica, baldanzosa ma fragile, gira il mondo sulle strade del vino e condivide dubbi, speranze, consigli con le amiche di sempre: Lara e Adriana. Tra amorosi incontri e illusioni svanite, la protagonista racconta con identica passione i vini che saziano anima e corpo (e, da esperta, i più adatti a ogni occasione) e l'uomo che riempie il suo cuore (sarà davvero Lui stavolta?).

Ci sarebbero molti altri titoli da citare e ciò che conta, a prescindere da quelli che io ho avuto modo di leggere e che ci tenevo a consigliarvi (molti li riprenderò molto volentieri in mano quest'estate), l'importante è che leggiate qualcosina di interessante! Lungi da me fare la bigottissima predica all'italiano medio che non legge o che legge solo robette di poco conto sotto l'ombrellone, ma dato che se state leggendo questo articolo al 99% siete dei Winelovers accaniti, mi sembrava opportuno condividere con Voi qualche piacevole ed interessante lettura sul nostro amato Vino.
Concludo dicendo che, per quanto io ami sfogliare la pagine e difficilmente rinuncerei al libro cartaceo, molti dei titoli sopracitati sono scaricabili anche in formato e-book, che, se vogliamo dirla tutta rappresenta anche una soluzione ecosostenibile, ma, ripeto... pur essendo un Wine Blogger e vivendo in simbiosi con palmari, tablet, smartphone e computer l'esperienza sensoriale ed emozionale data da un libro in carta ed inchiostro non è ancora stata raggiunta da nessuna tecnologia odierna.
Poi, però, non dimenticatevi che oltre ai libri ci saranno anche i miei articoli ad aspettarvi e se non li leggerete sotto l'ombrellone, leggeteli prima di andare a letto (come so fanno molti di Voi), la mattina al posto del quotidiano mentre bevete un buon caffé o quando siete in bagno, invece di leggere quelle riviste di gossip o le etichette dei bagnoschiuma e dei detersivi, magari beccate un post che vi stimoli, non si sa mai! :D
Scherzi a parte... buon estate a tutti e... non dimenticate... Wine is sharing!


F.S.R.
#WineIsSharing

Fonte Sinossi: Amazon.it

Elenco blog personale