venerdì 18 dicembre 2015

Il Vino della settimana - Primo Nero dell'Azienda Agricola Lomartire

Oggi torniamo in Puglia, e più precisamente presso l'Azienda Agricola Lomartire di Sava, piccolo paese della provincia di Taranto nel cuore del Salento, ormai noto ai più per la sua grande vocazione vitivinicola.
L'Azienda Lomartire è costituita da circa 30 ettari, di cui 16 destinati a vigneto, mentre i restanti 14 ospitano i secolari olivi Pugliesi, altra ricchezza inestimabile di questa splendida terra.
Come molte delle aziende di cui mi piace parlarvi anche questa è a conduzione familiare e coltiva uva destinata alla produzione interna di Vino da molte generazioni.
L’esperienza, le conoscenze, la passione che la famiglia dedica alle sue terre, hanno permesso di affinare le migliori tecniche di coltivazione e la selezione delle viti più adatte al terreno. Tutto questo, unito alla particolare composizione del suolo, al clima e alla posizione geografica, contribuisce a dare vita a vini eccellenti.
Il Vino più rappresentativo prodotto dalla Cantina Lomartire sicuramente il Primo Nero, Primitivo di Manduria in purezza. E’ in commercio solo da 4 anni ed il suo nome celebra la ripresa della vinificazione, che venne interrotta per qualche anno, per poi essere riavviata con rinnovato entusiasmo dalla nuova generazione. Primo indica infatti il primo Vino ad essere prodotto dall’azienda e Nero è l’aggettivo che generalmente viene dato, in Puglia, al Vino rosso.
Assaggiandolo la prima cosa che ho detto tra me e me è stata "wow, un Primitivo davvero contemporaneo!".
Mi spiego meglio, per me che sono un amante spassionato del Primitivo e che sono abituato ad apprezzare Vini molto caldi, corposi, di grande struttura e quindi di grado, tanto da preferire, spesso, degustarli da soli, trovare un Primitivo così fruibile, godibile ed a suo modo fresco, mi ha fatto subito pensare alle potenzialità in termini di abbinamento che potesse avere, specie con primi piatti con sughi saporiti o una bella grigliata di carne estiva, di quelle fatte sul BBQ con gli amici in giardino.  
Pur essendo di buon corpo e di grande profondità, la sua vena acida lo rende davvero apprezzabile, di calice in calice, senza mai sentirsi sovraffatti da eccessive sovrastrutture.
La Puglia, come sempre, sa regalare chicche di raro interesse e questo Vino non è da meno, anche grazie al suo rapporto qualità-prezzo eccellente.
Ringrazio gli amici di Vino75 che mi hanno consigliato questo assaggio. Potrete trovarlo in vendita nel loro e-commerce cliccando il seguente link:

F.S.R.
#WineIsSharing

Elenco blog personale