venerdì 27 maggio 2016

Enoturismo: le Marche del Vino tra le mete imperdibili

L'enoturismo è una realtà sempre più importante a livello globale e se in Italia proprio in questo weekend gli appassionati potranno godere dell'evento Cantine Aperte organizzato dal Movimento Turismo del Vino, ci sono portali come HomeToGo, che suggeriscono mete enoiche in tutto il mondo per i wine-globetrotter.
enoturismo
Mi è stato chiesto, giorni fa, di dare una mia opinione riguardo le scelte fatte dal portale che aveva segnalato le regioni più vitivinicole più note al mondo, senza tralasciare un ampio spazio dedicato all'Italia, ovviamente.
Tramite la cartina qui di sotto potrete selezionare le varie regioni citate nel portale ed entrare nella sezione ad esse dedicata.
Comprendendo le dinamiche di una comunicazione orientata nei confronti di chi non viva il Vino con la frequenza, l'intensità e la curiosità con il quale lo possa vivere io o lo possa vivere comunque un comunicatore o un influencer, piuttosto che un produttore o un esperto del settore, ho preferito aggiungere piuttosto che togliere o cambiare, anche perché è ora di parlare di Vino in maniera più snella ed accessibile e quando sono professionisti di altri settori a parlarne, ben venga! Il Vino è di tutti ed è bene che se ne parli, su tutti i piani e su tutti i livelli.
Detto questo, il mio semplice ed estemporaneo intervento non poteva che essere rivolto alla mia terra natìa, ovvero le Marche, che a mio parere meritano di essere citate fra le regioni del Vino da visitare e da scoprire, non solo grazie alla crescente qualità della produzione (Verdicchio primo fra tutti), bensì per la varietà di bellezze paesaggistiche che, una terra stretta amorosamente dagli Appennini e dal mare e solcata dolcemente da colline che in questo periodo vantano dei cromatismi che tanti pittori en plein air hanno incantato, può vantare.
paesaggi vigne marche

Ormai lo sapete, l'unica “marketta” che tollero è la “marchetta” quindi, già da questo weekend o comunque durante l'estate ormai alle porte una capatina nelle Marche del Vino io mi sento di consigliarvela e sono certo che in ogni provincia, in ogni zona troverete oltre che culture, dialetti e tradizioni differenti, persone meravigliose, un'accoglienza umile e calorosa e tanta tanta voglia di raccontare la propria realtà e la propria passione... ah, ovviamente troverete anche dei gran bei Vini e se volete fare del bene ad una denominazione che ha ancora tanto da dare e da dire, ma che sta soffrendo a livello di comunicazione, assaggiare qualche Rosso Conero, oltre all'ormai famosissimo Verdicchio, all'ottima Lacrima di Morro d'Alba ed al possente Rosso Piceno... io nelle prossime settimane lo farò e spero di potervi consigliare qualcosa di davvero interessante!
Se poi vi venisse voglia di venirmi a trovare a Cingoli, dove sono nato e cresciuto e dove torno ancora ogni mese, questo è quello che vedo dal balcone di un umilissimo appartamento, ma che ha il lusso di una vista impagabile.
cingoli vino


F.S.R.
#WineIsSharing

Elenco blog personale