mercoledì 6 luglio 2016

Il Marketing del Vino sul web e sui social

Sono molte le aziende vitivinicole che mi chiedono consigli riguardo la gestione della propria attività sui social networks e più in generale del web marketing per dare visibilità e promuovere la propria Cantina ed i propri Vini.
marketing cantina vino
In questo Wine Blog ho provato, nel corso degli anni, ad approfondire certe dinamiche ed a dare qualche dritta riguardo i vari aspetti del wine web marketing e della presenza personale dei produttori sui social media, in quanto spesso le due cose collimano.
Dando un'occhiata ad alcuni degli articoli scritti in passato sul tema ho pensato potesse essere utile riunirli tutti in un solo post in modo da renderli accessibili nell'immediato e da fungere come una sorta di prontuario per chi voglia usufruirne o anche solo vagliare un punto di vista extra.

Cantine e Vino sul Web e sui Social Networks

social wine marketing
In questi articoli sul marketing del Vino e sulla visibilità delle Cantine, nonché sul approccio ai social dei produttori/vignaioli, non troverete diktat, dogmi o regole ferree e tanto meno certe per agire in modo tale da raggiungere i risultati sperati, in quanto il "bello" del marketing ed ancor di più del web marketing è proprio la sua infinita variabilità e la soggettività di ogni azione. Potrete trovare, però, spunti interessanti e delle basi dalle quali partire per sviluppare in autonomia la vostra presenza nella rete ed in particolare nei social networks.
Pur avendo un background legato al web marketing, in questo blog non troverete articoli promozionali legati alle cantine o mere pubblicità di vini da esse prodotti, ma solo quelli relativi agli sponsor che non sono mai produttori e vengono apertamente dichiarati. Eppure, se, ho scritto questi post legati alla visibilità delle realtà vitivinicole online ed alla comunicazione del Vino è proprio per mettere a disposizione questo know how, in modo gratuito e, spero, accessibile sia in termini di linguaggio che di applicabilità.


So benissimo che il problema principale di molti produttori è il tempo e che quindi delegare qualcuno possa sembrare la scelta più azzeccata ed in alcuni casi è di certo così, ma resta il fatto che oramai chiunque ha un proprio profilo su facebook o qualsiasi altro social ed ogni azione fatta anche dal singolo individuo, è potenzialmente ricollegabile all'azienda che rappresenti, quindi è necessario avere quanto meno un'infarinatura riguardo ciò che questo comporti.

Se un tempo la possibilità di arrivare ad un bacino di utenza importante e di poter far conoscere la propria cantina e i propri Vini era ad esclusivo pannaggio delle grandi aziende, oggi la comunicazione ed in particolare quella sui social è più "vignaiolo friendly" in quanto se c'è una cosa che i winelovers amano è quella di potersi confrontare direttamente ed in modo informale con i produttori dei Vini che assaggiano e questo è un vantaggio enorme.

Sia chiaro, la verità alla lunga vince sempre e non si sta parlando di strategie fondate sull'illusione o la menzogna, anzi, tutt'altro! Ciò che mi piacerebbe vedere online, da parte dei produttori ancor prima che da noi winelovers e dai comunicatori, è il tentativo di parlare di Vino in maniera più democratica e positiva, senza l'abuso di una dialettica quasi sempre distruttiva e con una drastica riduzione delle diatribe che non portano a nulla di concreto. Siate voi stessi nel rispetto degli altri produttori e di chi beve i vostri Vini e se riuscite a creare sinergie con altri produttori ancor meglio! Uno degli aspetti più positivi dei social e della comunicazione online è proprio quello di facilitare l'aggregazione, cosa che è sempre mancata nel mondo del Vino italiano e che oggi (vedi la FIVI) anche grazie al web sta crescendo.

Il web ci da ogni giorno grandi possibilità in termini di comunicazione e nel poter esprimere la nostra libertà di pensiero, ma questo non vuol dire utilizzarlo solamente in maniera critica o contraddittoria. L'equilibrio è tutto ed alla lunga, specie in un settore come quello del Vino, essere ponderati sarà sempre la scelta più giusta. Oggi, oltre alla nostra reputazione reale, ne abbiamo una che viene chiamata social o web reputation e per quanto assurdo possa essere, a volte basta poco per far sì che esse divergano profondamente e vaglielo poi a spiegare a tutti i tuoi contatti social che non sei davvero ciò che hanno dedotto da un commento scritto in un momento di rabbia o da un'azione di marketing troppo aggressiva... se nella vita normale prima di agire si consiglia di contare fino a 10, sul web, il mio consiglio è di arrivare tranquillamente anche a 100! ;-)

F.S.R.
#WineIsSharing

Elenco blog personale