mercoledì 3 agosto 2016

Che degustatore sei? 25 ironici profili di degustatori di Vino

Qualche giorno fa ho pubblicato un post ironico sui social e dato che ha allietato qualche minuto della giornata di molti amici, mi è sembrato carino translarne l'ironia anche qui nel mio WineBlog.
Durante le degustazioni, gli eventi enoici, ma anche semplicemente a cena con gli amici è facile imbattersi in approcci differenti al Vino ed alla descrizione della sensazioni e delle impressioni che esso ci da. Io, in tutta onestà, credo di esser passato un po' per tutti questi "generi" di approccio, un po' per una questione di mood un po' per altri condizionamenti che possano portarci ad essere più o meno sintetici, più o meno diretti, più o meno fantasiosi nel descrivere il Vino.
descrittori vino
Prendiamo ad esempio ciò che mi sia capitato di ascoltare durante una degustazione di bianchi macerati:
  • L'0ttimista: "Fighissima questa nota ossidativa! Poi... dai... che colore fantastico!"
  • Il fatalista: "Questo vino ha i giorni contati, non lo senti che è ossidato?"
  • Il pessimista: "Dai dal colore si vede già che è "andato"!"
  • Il curioso: "È una vendemmia tardiva? Un passito? Un macerato?"
  • Il curioso ansioso: "E' una vendemmia tardiva? Un passito? Un macerato? Cos'è? Dai dimmi... dimmi dai!"
  • Il para...vino: "È... beh... è particolare!"
  • Il comparativo: "a guardarlo sembra Vin Santo!"
  • L'aspetta e spera: "Mmm... mmm... lasciami pensare un attimo. Ha bisogno di aprirsi."
  • L'aspetta, spera e gira che il desiderio si avvera: "come sopra, ma roteando, odorando, roteando, odorando, fino a che ad ogni più recondita molecola di quel Vino non sia ossidata e probabilmente innervosita!"
  • Il minimalista: "Bono!"
  • L'esaltato: "Woooo... minchia che vino!"
  • Il Winelover in love: "Oh mio Dio... mi sono appena innamorato delle sua bocca carnosa, del suo corpo sinuoso e del su fare gentile."
  • Il sinestetico: "Mi ricorda quel raggio di sole che mi bació il viso, nel solstizio d'estate, a Kuala Lumpur 7 anni fa."
  • Il trip ad...vinato: "Che trip! Mi sembra di esser stato catapultato in Georgia!"
  • Il razionale: "88/100"
  • Il silente: "... ... ..."
  • Il geometra: "che archetti che ha!"
  • Il geografo: "questo viene dal Carso, non ho dubbi."
  • Il professionista: "a naso frutta matura, tropicale, con note erbacee e salmastre. La sensazione alcolica viene mitigata da fresca acidità e minerale sapidità... ecc... ecc..."
  • Il professionista minuzioso: "a naso ananas matura, con sfumate note di erba canadese tagliata e salsedine dell'Adriatico. I 14,5 (14,7 a mio parere) vengono calmierati da una spiccata acidità totale e dal finale che ricorda il sale dolce di Cervia ecc... ecc... ecc..."
  • Il tale-bano tale-vino alle prime armi: "questo è naturale, si sente. Non mi fa male la testa!"
  • Il <<come Bio comanda>>: "non c'è niente da fare, se si lavora puliti in vigna poi vengono fuori questi Vini qui!"
  • Il convezionalmente ottuso: "io questi vini non li capisco proprio! Il bianco, per me, dev'essere bianco!"
  • Il moderato: "questo orange wine ha il suo perchè. Non è il mio genere, ma è davvero interessante sia al naso che in bocca."
  • Il... mio amico Marco: "versamene un altro bicchiere!"
  • Il mio amico Marco dopo il quarto bicchiere: "ma... macerato, perché lo fanno in provincia di Macerata?!?"

E con questa pillola di "saggezza" chiudo!

Ogni tanto un po' di ironia aiuta a spezzare la routine da Wine Blogger "impegnato"... scherzi a parte, credo che il bello del Vino siano proprio la libertà di approccio che ci dia e la sua inopinabile soggettività nelle percezioni che dia ed ancor più nei ricordi che sia capace di evocare.
Devo ammettere che, al di là degli episodi più divertenti, ascoltare gli altri descrivere le proprie sensazioni enoiche, anche se non si tratti di sommelier, winelovers o produttori, è sempre motivo di cresciuta e la cosa più importante, a mio parere, e non pensar mai di aver capito a pieno un Vino, perché quello stesso Vino non sarà mai solo e soltanto ciò che noi percepiamo di esso, bensì l'insieme di tutte le impressioni sensoriali che abbia saputo suscitare in chi abbia avuto modo di assaggiarlo.

Ah, dimenticavo... ma voi in quale di queste "personalità" vi identificate di più?

F.S.R.
 #WineIsSharing

Elenco blog personale