martedì 24 gennaio 2017

I Riesling di J.J. Prüm - Vini di terroir in Mosella

Durante il mio ultimo viaggio in Mosella, c'è una visita che mi ha colpito particolarmente, per intensità, suggestione ed espressività territoriale. Parlo della visita presso la residenza storica, con annessa cantina, di Joh. Jos. Prüm.
Un stato un vero e proprio tuffo nella storia del Riesling di Mosella.

Qui si fa vino da oltre quattrocento anni si fa vino, con parte dei vigneti a piede franco, posti nelle migliori esposizioni e radicati nei più vocati terreni dell'intero areale. Spicca fra tutti cru Wehlener Sonnenuhr, che prende il nome dalla Meridiana che un fratello del trisnonno dell’attuale proprietario collocò in questo terreno nel 1842. Ad accoglierci Katharina, la figlia di Manfred Prüm, impeccabile padrona di casa, che ama palesemente l'Italia e non ha lesinato sorrisi, che hanno illuminato un ambiente di grande pathos teatrale, tanta è la suggestione che si prova nel degustare un sala come quella. Tra i "segreti" di J.J. Prum la conduzione sostenibile delle vigne, l'attesa della giusta surmaturazione (qui si inizia a vendemmiare quando molti degli altri produttori hanno ormai terminato la raccolta), rese molto contenute, fermentazioni spontanee in acciaio a bassissime temperature, che si protraggono anche fino a gennaio. Niente legno!
Ad arricchire, ulteriormente, di fascino questa realtà è l'alone di mistero legato alla cantina, ovvero ai locali di vinificazione che si trovano sotto alla residenza, nei quali ad oggi, sembra, solo pochissime persone al mondo siano entrate e purtroppo io non sono tra quelle, ma non si può avere tutto dalla vita e direi che gli assaggi hanno ampiamente sopperito a questa mancanza.

Gli assaggi sono stati tanti, ma ciò che meraviglia è la grande costanza nel tempo coerentemente ad un'identità espressiva di ciascun "cru". Ogni vigneto porta con se delle lineari e percettibili peculiarità, mai confuse, mai distorte, sempre nitide e pure, tanto nei vini giovani quanto nelle annate vecchie. Ineccepibile armonia e persistenza ai limiti del plausibile per alcuni assaggi.
Una degustazione, quella fatta da J. J. Prüm, che ha evidenziato come nessun'altra, le diverse espressioni dei diversi cru in annate parallele, spicca l'ultimo assaggio, un 
Un grande step nella conoscenza del Riesling di Mosella.

F.S.R.
#WineIsSharing

Elenco blog personale