giovedì 2 febbraio 2017

ZIOBAFFA - Un'amicizia tra la vigna, il mare e il set diventata vino

Un amico, qualche mese fa, mi disse queste testuali parole "devo raccontarti di una realtà che ti incuriosirà sicuramente!".
Quella persona non sbagliava, perché il progetto di cui mi avrebbe parlato di lì a poco mi incuriosì e non poco, direi!
Sto parlando di ZIOBAFFA, un progetto che rappresenta un blend dinamico, ma equilibrato di arte, sport, natura e, ovviamente, vino.
ZIOBAFFA nasce, infatti, dall'idea di tre amici, Jason "zio" Baffa, regista americano e autore del docu-movie "Bella Vita" uscito nel 2014 Chris Del Moro, surfista professionista e protagonista del film e Piergiorgio Castellani, produttore di vino in Toscana. I tre amici hanno un obiettivo comune, raccontare l'Italia attraverso le proprie esperienze e la passione comune per l'avventura e fare vino è sempre un'avventura, no?!
zio baffa wine
Il vino che nasce nell'ambito del progetto rappresenta la sintesi di questa alleanza: porta il nome di Jason, soprannominato durante le riprese del film ZIO BAFFA grazie alla sua grande passione per la buona tavola e le molte ore spese di fronte ad un buon bicchiere di vino; è un progetto vino estremamente attento all'ecologia in tutte le sue componenti, e questo per volere di Chris del Moro, appassionato ambientalista; è un vino che rappresenta la migliore tradizione enologica italiana, grazie ad una famiglia, quella di Piergiorgio, che produce vino da più di cento anni e che, pur essendo una grande e storica azienda, non si è tirata indietro in un progetto "unconventional" come questo.
L'approccio è quello del rispetto a 360°, a partire dai vigneti che vengono condotti secondo i principi della viticoltura biologica, quindi niente chimica e minimo impatto ambientale delle lavorazioni, ma questo approccio si estende anche in cantina e soprattutto nella selezione di tutte le componenti del prodotto, dal vetro della bottiglia che è riciclato al 100%, al metodo di tappatura in sughero naturale e con tappo Helix che consente di riciclare e riutilizzare la bottiglia, fino all'utilizzo di carte certificate FCS per il packaging. Insomma, un Vino Biologico, ecologico e con un impatto ambientale minimo.
Che i vini del futuro, quelli che le generazioni a venire continueranno ad apprezzare sono i vini con una storia… una storia vera alimentata da uno spirito pionieristico e dalla grande competenza di chi li produce; vini innovativi prodotti rispettando l’ambiente e la tradizione; con ZIOBAFFA si è voluto creare dei vini che possano avvicinare le generazioni più giovani ad un consumo consapevole e gioioso, regalandogli allo stesso tempo una bella storia contemporanea di amicizia tra persone con diverse origini ma accomunate dalla voglia di tentare strade nuove per fare cose molto antiche come il vino.
cantina castellani
Tutti gli amici che hanno partecipato alla realizzazione del film e che provenivano da tutto il mondo hanno ricevuto un comune imprinting: al loro arrivo in Italia c’era sempre una pasta al pomodoro fresco cucinata magistralmente da Chiara (moglie di Piergiorgio) ad aspettarli ed ovviamente un buon bicchiere di vino. Tutte queste persone si sono innamorate dell’Italia e non perdono occasione per tornare! Questa storia è ormai diventata una piccola tradizione… anche per questo ZIOBAFFA non mancherà più dalle tavole di una comunità internazionale che sta diventando sempre più grande.
vino ziobaffa
Ora parliamo di Vino! La referenza che ho avuto modo di assaggiare è ZIOBAFFA ROSSO 2014, un IGT Toscana Rosso base sangiovese con 1/5 di Syrah a renderlo più intrigante.
Devo ammettere di averlo assaggiato senza ancora conoscere pienamente la storia che ci fosse a monte di questa avventura enoica e, quindi, di questo Vino, ma col senno di poi è impossibile non rendersi conto di quanto questa bottiglia incarni alcune peculiarità proprie dei tre amici produttori.
In primo luogo, la schiettezza educata, ma diretta tipica dell'italianità più pura; in seconda battuta arriva la freschezza dinamica del surfista, avvolta nella rotonda naturale potenza di un'onda fatta di frutto e morbido tannino; per finire con l'eleganza moderna e non scontata, resa più sexy da una spolverata di pepe, come in una pellicola contemporanea che abbia come protagonista una giovane e bella attrice italiana.
Annata difficile la 2014, specie per partire con un progetto tutto votato alla sostenibilità, eppure questo blend di personalità, interessi, passioni e culture ha dato luogo ad un Vino quanto meno interessante per chi è curioso di bere, non solo Vino, ma anche storie liquide ed emozioni da condividere.

Una storia ed un progetto che si distanziano un po' dal mio consueto errar e narrar enoico, ma che mi ha incuriosito molto per la sua contemporaneità e per il modo di approcciare l'internazionalità del Vino in modo diverso, non convenzionale e, soprattutto, con profondo rispetto.

F.S.R.
#WineIsSharing

Elenco blog personale