Translate

martedì 22 giugno 2021

Only Wine Festival 2021 - Una scommessa vinta per far ripartire gli eventi del vino dai giovani produttori italiani!

E' stato un anno e mezzo complesso quello che abbiamo vissuto e, seppur non sia ancora finita, la sola idea di poter tornare a partecipare attivamente ad eventi enoici in presenza rappresenta, per tutti gli appassionati di vino e gli operatori del settore, uno spiraglio di rinnovata normalità. Ecco perché l'Only Wine Festival 2021 di Città di Castello, da poco conclusosi, ha rappresentato un vero e proprio messaggio di rilancio per un intero settore che vuole e deve ripartire proprio da quei giovani produttori e da quelle "piccole" realtà che compongono una parte importante del tessuto vitivinicolo italiano.

Only Wine Festival

Oggi possiamo parlare di un successo organizzativo, qualitativo e di pubblico, ma fino a qualche mese fa timori e incertezze potevano portare il Deus Ex Machina dell'evento Andrea Castellani (AC Company) a decidere (come hanno fatto in molti) di procrastinare l'evento al 2022. Io stesso, per quanto fiducioso, ero tentennante, ma bisognava guardare avanti e l'intero comparto aveva bisogno di quella che sembrava una vera e propria scommessa e che, poi, si è rivelata la scelta più opportuna per manifestare pubblicamente quanto l'Only Wine Festival sia un evento dei produttori e degli appassionati! Un evento che, da anni, cerca di rendere tutto il più fruibile, sicuro e originale a discapito dei meri introiti economici. Il fatto che io stesso, lontano da forme collaborative di questo genere, mi sia legato così fortemente a questa kermesse, seguendo la parte tecnica con attenzione e trasporto, pone l'accento su quanto i valori dell'etica e del rispetto permeino ogni scelta fatta a monte di ciò che tutti possono vivere nei due giorni di manifestazione.

only wine

Fatta questa premessa, nell'articolo di quest'anno non citerò i migliori assaggi o le cantine che mi hanno colpito di più, semplicemente perché sin dalle selezioni, mai avevo percepito un livello qualitativo medio così alto e proprio per questo vi segnalo la lista delle realtà scelte per questa edizione:

Cantina Carboni

Adriano Marco & Vittorio

Andrea Giorgetti

Antiche Vigne Di Gianfranco Pironti

Az. Agr.  Nobili Nicola

Az. Agr. Paride D’angelo

Az. Agricola Pozzo Elisa

Az.Agr. Baldetti Alfonso

Az.Agr. Ginevra Coppacchioli

Az.Agr. Nic Tartaglia

Az.Agr. Padroggi-La Piotta

Az.Agr.Edoardo Patrone

Az.Vitivinicola Socci

Azienda Agricola Fontana Graziano

Azienda Agricola Le Grain

Azienda Vitivinicola Eusebio

Azienda Vitivinicola Pietro Cassina

Barone Di Bolaro

Bettalunga

Bolzicco Vini

Broccanera

Bulzaga

Ca’ Dei Maghi

Ca’ Du Ferra’

Cantina Canaio

Cantina Comero

Cantina Dotta

Cantina Doveri

Cantina Gbbennicelli

Cantina Ninni

Cantina Semonte

Cantina Tanca Gioia U-Tabarka

Cantina Tonello

Casaleta

Colle Onorato

Colle Regina

Corte Fusia

Domus Hortae

Enologo Per Amore – Giovanni Aiello

Famiglia Pepe

Fausto Zazzara

Francesca Fiasco

Franco Pacenti

Grifalco

Grimaldi Bruna

La Ballerina Vini

La Biòca

Le Banchette

Le Cimate

Leonarda Tardi

Lumiluna Casa Vinicola

Magna Graecia

Marchesi De’ Cordano

Masseria Della Porta

Nicola Priori

Piccolo Bacco Dei Quaroni

Podere Di Pomaio

Poggio Al Grillo

Poggio Baranello

Poggio Grande

Poggio Lupo

Poggio Sorbello

Primaterra

Rondelli Vini

Simoni Michele Azienda Agricola

Soc.Agr. Terenzi

Tarlao Vignis In Aquileia

Tenuta Campo Al Signore

Tenuta La Pazzaglia

Tenuta Torre Raone

Tenute Del Garda

Tenute Martarosa

Terra Cruda

Terra Di Rovo

Terre Dei Gessi

Terre Del Sole

Tojo Az.Agr. Bocchino Vittorio

Uvamatris

Villa La Ripa

Zambon Vulcano

Un plauso a queste produttrici e a questi produttori che hanno compreso l'entità della sfida e la complessità dell'organizzazione di un evento en plein air a giugno inoltrato. in un momento storico come quello che stiamo vivendo a causa della Pandemia. Ragazze e ragazzi che hanno lasciato le proprie aziende e i propri vigneti in un periodo complesso in cui ripartono le visite in azienda, da un lato, e si deve gestire al meglio il vigneto, dall'altro. Un ringraziamento va anche a chi non è riuscito ad essere presente e a chi è stato escluso dalla selezione (vedi la mia area tematica) perché negli anni ci sarà di certo ancora spazio per molti di loro.

Un plauso a chi ha partecipato con grande curiosità e voglia di tornare a vivere il mondo del vino attraverso la ricerca e il confronto con vignaioli giovani e virtuosi, distanti dai "grandi nomi" ma capaci di exploit che stupiranno nel tempo. Rivedere migliaia di persone girare per i banchi d'assaggio e parlare con i produttori è stata davvero un'emozione!

Un plauso a tutto il team dell'Only Wine Festival che ha fatto ben più del possibile per organizzare tutto al meglio, nella consapevolezza che dal prossimo anno tornerà ad essere tutto più semplice e che mi ha permesso di tornare a parlare di vino in pubblico, con due masterclass su due temi che non necessariamente potevano riscuotere l'interesse che, per mia fortuna, hanno riscosso in un contesto del genere: il Durello e il Verdicchio. Ovviamente un grazie va anche a tutti i sommelier Ais che si sono occupati del servizio in maniera impeccabile, seguendo alla lettera le norme anti-covid.

masterclass only wine saverio russo

Un plauso anche ai colleghi media intervenuti e agli operatori che hanno aderito al nuovo format della degustazione tecnica della domenica mattina, idea che verrà riproposta sicuramente nelle prossime edizioni.

E' stato un evento memorabile che, a prescindere dalle difficoltà - che sarebbe da ipocriti negare -, ha segnato in maniera nitida la ripartenza degli eventi enoici e ha gettato le basi per le future evoluzioni di quello che è, da anni, il festival del vino più interessante per chi è alla ricerca di vini non scontati e di nuove realtà da conoscere, senza alcuna etichetta, bensì con una continua ricerca per cercare sempre di includere nuovi giovani e nuove piccole cantine che innalzino un livello qualitativo medio già palesemente elevato.

Ci vediamo nel 2022 e, sono certo, porteremo con noi molto di quanto appreso quest'anno in condizioni così critiche e complesse da gestire, senza trascurare la possibilità di riproporre - magari qualche settimana prima - un evento en plein air come quello di quest'anno.


F.S.R.
#WineIsSharing


vino click

Newsletter

Benchmark Email
Servizi Email di Benchmark

Elenco blog personale